Come riconoscere che tipo di pelle abbiamo

Si, esistono creme e cremine in commercio da acquistare, ma per non sbagliare prodotto, prima di tutto bisogna identificare che tipo di pelle si ha!

Capita infatti sempre piu’ spesso di acquistare creme magari super costose e poi vedere che sulla pelle non hanno avuto alcun risultato.

La risposta e’ : di certo non era la crema adatta al nostro profilo di pelle.

Ecco perche’ ho deciso di scrivere un articolo per come capire che tipo di pelle abbiamo.

E come si fa a capirlo?

Prendetevi 15 min di tempo e guardatevi bene allo specchio, ovviamente dopo esservi pulite accuratamente il viso.

Cosa vedete?

Pelle normale: genericamente liscia, con un colorito omogeneo e pori dalle dimensioni normali;

senza zone lucide, cioe’ grasse;

priva d’imperfezioni, come secchezza o arrossamenti.

Pelle secca alipidica: pelle sottile con pori quasi invisibili;

puo’ avere un aspetto opaco, con rughe sottili intorno agli occhi e la bocca;

spesso averte una senzazione di prurito ed e’ molto sensibile agli sbalzi di temperatura.

Pelle secca- disidratata: colorit chiaro e spento, appare sottile con tendenza a squamarsi;

poco elastica e generalmente e’ delicata e sensibile.

Pelle grassa: al tatto lascia un residuo oleoso;

ha un aspetto lucido, a volte ha un odore caratteristico e spesso un colore tendente al grigio.

Pelle grassa – oleosa:ha un aspetto lucido;

generalmente i pori sono visibili e dilatati, in particolare i lati del naso e sulla fronte.

Pelle grassa – asfittica: ruvida e secca al tatto;

molto spesso e’ caratterizzata da punti neri e quei puntini bianchi.

Pelle mista: punti neri e comedoni sul naso, fronte e mento;

secchezza sulle guance e a volte presenza di couperose.

Pelle sensibile:sottile e delicata, a volte secca;

soggetta ad arrossamenti e irritazioni:

Pelle impura -acneica: presenta punti neri ed eruzioni cutanee;

unta al tatto e spesso averte un senso di tensione sul viso.

Pelle couperosica: sensibile e tendente all’arrosamento a causa di una marcata dilatazione dei capillari, soprattutto ai lati del naso;

calda e secca al tatto.

Prendete carta e penna e annotate bene cosa avete visto, poi cercate d’identificarla!

Ricordatevi che una pelle puo’ essere anche normale-impura oppure mista- sensibile, non per forza deve appartenere ad un solo profilo.

Buona analisi della pelle! E se avete dubbi sapete dove contattarmi : stefania@romagnolaprofumi.com

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *